Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito usa cookie di analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Per ulteriori informazioni Clicca qui

Giovedì, 23 Gennaio 2020 11:21

Memoria, quest’anno il tema del percorso sarà ‘L’infanzia negata’, dedicato ai bambini e alle bambine vittime dell’Olocausto

L’infanzia negata, in tutte le sue declinazioni, è il tema scelto quest’anno dall’Amministrazione comunale per la Giornata della Memoria, che ricorre il 27 gennaio, e per il Percorso che poi seguiranno gli studenti e le studentesse delle scuole, che si concluderà con un viaggio ad Amburgo, per i vincitrici del concorso indetto dall’Assessorato alla Scuola.

“Il Progetto della Memoria – dichiara il sindaco di Fiumicino Esterino Montino – è uno dei fiori all’occhiello che da anni offriamo ai ragazzi e alle ragazze delle nostre scuole, un percorso di consapevolezza, conoscenza, ricerca e creatività che permette loro di riflettere su una delle pagine più buie della storia del ‘900 e di approfondirne, ogni anno, aspetti nuovi, inconsueti, tematici. Quest’anno il tema scelto dall’Assessorato alla scuola sarà quello dell’infanzia negata: vittima dell’Olocausto, infatti, è stato purtroppo anche circa un milione e mezzo tra bambini e ragazzi ebrei e non, spesso oggetto di esperimenti, torture e altre brutalità indescrivibili. Sono certo che, alla fine del percorso, tra spettacoli teatrali, mostre, letture e il viaggio all’estero per i vincitori del concorso sulla Memoria, i nostri giovani usciranno più informati e consapevoli di ciò che accadde nel nostro recente passato e che, speriamo, non si ripeta mai più”.

“Sono particolarmente contento – aggiunge l’assessore alla Scuola Paolo Calicchio – del tema scelto quest’anno. Il 27 e 28 gennaio, nella tensostruttura di via del Faro, ai ragazzi e alle ragazze delle nostre scuole sarà data la possibilità di conoscere la storia di Irena Sendler, la cosiddetta “terza madre del ghetto di Varsavia”, l’assistente sociale polacca che salvò circa 2500 bambini facendoli uscire dal ghetto. Tra loro c’era anche Elzbieta Ficowska, la bambina più piccola tra quelle salvate da Irena, che sarà presente agli spettacoli alla tensostruttura di Fiumicino e a cui gli studenti potranno porre domande di persona. Sono certo che sarà un’esperienza indimenticabile per loro. Ma non è tutto. Ci saranno anche mostre fotografiche, letture, incontri e ad aprile, a conclusione del Concorso sulla Memoria a cui parteciperanno le nostre scuole, gli alunni e le alunne vincitrici partiranno per la città di Amburgo in occasione della commemorazione dei 20 bambini impiccati nella scuola di Bullenhuser Damm il 20 aprile 1945 e visiteranno anche il Campo di concentramento di Neuengamme”.

Tra gli altri progetti che saranno organizzati in occasione della Giornata della Memoria: il 24 gennaio alla scuola media di via Galtelli ad Aranova in collaborazione tra la Biblioteca dei Piccoli e Associazione Culturale Traccedarte ci sarà l’incontro con lo scrittore Daniele Aristarco, autore di Lettere ad una dodicenne sul fascismo di ieri e di oggi con dibattito sul tema; il 25 gennaio alle 21 e il 26 gennaio alle 18.30 presso lo Spazio Artistico Traccedarte in via Ottaviano Petrucci 12 a Torrimpietra ci sarà lo spettacolo teatrale La cura, di S.Ricci, adattamento e regia di Maria De Luca; sabato 25 gennaio alle ore 17 alla Casa della Partecipazione di Maccarese la Pro loco di Fregene-Maccarese e il Centro anziani di Maccarese presentano lo spettacolo “Roma-Auschwitz andata e ritorno”.memoria facebook